Statuto

“IL PALCO DELLE VALLI”

Centro artistico polivalente

è un’Associazione Culturale senza fini di lucro. L'Associazione pone come finalità ed attività istituzionale la pratica, la diffusione e la promozione della cultura teatrale e in senso lato di tutte le espressioni artistiche; Più specificatamente l’Associazione si propone di allestire spettacoli teatrali; proporre la pratica teatrale con l’organizzazione di corsi di recitazione, anche nell'ambito scolastico; promuovere iniziative nell’ambito della fotografia e del cinema,organizzare corsi di danza e musica e in senso lato in ogni altra espressione artistica rappresentativa, anche mediante l’organizzazione di convegni, manifestazioni, concorsi, mostre, attività editoriali ed enogastronomiche e di tutte le attività che consentano ai soci di sviluppare e favorire il proprio arricchimento culturale e artistico.

Per il raggiungimento delle proprie finalità l’Associazione può aderire a confederazioni, enti ed organismi aventi scopi analoghi a quelli statutari, esistenti o da costituire .L'Associazione collabora con organizzazioni e persone fisiche esterne per lo sviluppo di iniziative che s’inquadrino nei suoi fini. Manterrà tuttavia la più completa indipendenza nei confronti delle stesse, siano esse Enti, Istituti Universitari e di Cultura, Istituti privati, Aziende, Associazioni o singole persone.

L'Associazione ha durata illimitata e potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea straordinaria dei soci

L'Associazione si finanzia con:

  1. le quote di tesseramento dei soci, fissate dal Consiglio Direttivo;
  2. le quote mensili ed un tantum dei soci per la partecipazione alle attività dell’associazione: corsi, spettacoli, eventi enogastronomici, e ogni altro tipo di attività legato alle finalità del presente statuto
  3. eventuali contributi da parte di persone, società, enti pubblici e privati;
  4. eventuali erogazioni, donazioni e lasciti da parte di persone fisiche o giuridiche;
  5. i proventi di gestione;
  6. ogni altro provento comunque conseguito
  7. la quota annuale e i contributi associativi non sono soggetti a restituzione.

Sono organi dell'Associazione:

  1. l'Assemblea dei soci;
  2. il Consiglio Direttivo;
  3. il Presidente;
  4. il Segretario.

I SOCI

Possono essere “soci” dell'Associazione tutte le persone che condividano le finalità di cui al presente Statuto e intendano partecipare alle attività dell’Associazione.

I soci si distinguono in “fondatori”, “sostenitori”, “ordinari” e “aderenti”.

Sono “fondatori” coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo di IL PALCO DELLE VALLI; “sostenitori” coloro che versano una quota superiore a quella ordinaria, o che vengono ritenuti ad honorem meritevoli per le attività svolte; “ordinari” coloro che potranno partecipare a tutte le manifestazioni organizzate dall’associazione previa l’aggiunta delle quote, se previste, relative alle singole attività. I soci fondatori e sostenitori sono considerati ai fini del presente Statuto alla stessa stregua dei soci ordinari. I soci “aderenti”, invece, sono gli associati che decidono volontariamente di non partecipare alla vita sociale dell’Associazione.

L’ammontare delle quote viene determinato dal Consiglio direttivo.

L'ammissione dei soci è deliberata dal Consiglio Direttivo, con giudizio sempre motivato, su domanda degli interessati.

I soci intervengono con diritto di voto alle Assemblee; inoltre, hanno diritto di ricevere, all'atto dell'ammissione, la tessera sociale con le modalità decise dal consiglio direttivo.

I soci sono tenuti all’osservanza dello Statuto e delle deliberazioni degli organi sociali.

La qualifica di socio si perde per decesso, dimissioni o per radiazione.

I soci possono essere radiati per i seguenti motivi:

  1. quando non ottemperino alle disposizioni dello Statuto, ai regolamenti o alle deliberazioni degli organi sociali;
  2. quando arrechino danni morali o materiali all'Associazione.

Le radiazioni sono decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi membri e determinano l’immediata sospensione del socio ma, per diventare definitivamente esecutive, devono essere ratificate dall’Assemblea nella sua prima riunione.

Il socio, al momento della cessazione del rapporto associativo, non ha diritto ad alcun rimborso.

L’ASSEMBLEA

L'Assemblea rappresenta la totalità dei socie le sue deliberazioni sono obbligatorie per tutti gli associati, anche se dissenzienti o assenti.

L'Assemblea è convocata, dal Presidente, in via ordinaria, almeno una volta all'anno, per l'approvazione delle linee generali del programma di attività, per l'approvazione del bilancio consuntivo dell'anno trascorso e del bilancio preventivo dell’anno in corso, per deliberare su tutte le questioni attinenti alla vita associativa.

L'Assemblea è convocata, dal Presidente, in via straordinaria, ogniqualvolta egli lo ritenga opportuno o quando ne facciano richiesta motivata un terzo o più dei soci, oppure lo richieda la maggioranza del Consiglio Direttivo.

La convocazione dell’Assemblea deve essere comunicata, almeno sette giorni prima della data fissata per la riunione, con avviso affisso nei locali dell'Associazione e/o ogni altro mezzo di comunicazione deciso dal consiglio direttivo; la comunicazione deve elencare gli argomenti all'ordine del giorno, il luogo, la data e l'ora della riunione, per la prima e la seconda convocazione.

La presenza in Assemblea del socio non invitato secondo le formalità sana il vizio.

L'Assemblea è presieduta dal Presidente o, in sua assenza, dal Segretario o da altro Consigliere incaricato.

Il verbale dell’Assemblea è redatto dal Segretario o da altro socio incaricato.

Le riunioni dell'Assemblea sono valide, in prima convocazione, quando sia presente la maggioranza assoluta dei soci e, in seconda convocazione, da tenersi almeno dopo un'ora, qualunque sia il numero dei soci presenti.

Le decisioni dell'Assemblea sono assunte a maggioranza dei soci presenti in caso di parità prevale il voto del presidente.

Per le modifiche allo Statuto e per lo scioglimento anticipato dell'Associazione, fatte salve le norme di legge, è necessaria che la decisione sia approvata da almeno due terzi dei presenti

Sono compiti dell'Assemblea dei soci:

  1. deliberare sulle linee generali del programma di attività per l'anno sociale;
  2. deliberare sul bilancio consuntivo relativo all'anno precedente e su quello preventivo dell'anno in corso;
  3. eleggere, tra i propri soci, il Presidente che resterà in carica per tre anni;
  4. eleggere, tra i propri soci, i membri del Consiglio Direttivo, che resteranno in carica per tre anni;
  5. deliberare sulle relazioni del Presidente e del Consiglio Direttivo;
  6. deliberare sulle radiazioni di soci decise dal Consiglio Direttivo;
  7. deliberare sulle modifiche allo Statuto;
  8. deliberare sullo scioglimento dell'Associazione.

Le delibere assembleari, oltre ad essere trascritte nel “Registro dei verbali delle Assemblee dei soci”, rimangono affisse nei locali dell’Associazione durante i dieci giorni che seguono l’Assemblea.

RENDICONTO ECONOMICO-FINANZIARIO

Il rendiconto economico finanziario dell'Associazione, comprendente l'esercizio sociale che va dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno, deve informare circa la situazione economico finanziaria, con separata indicazione dell'attività commerciale eventualmente posta in essere accanto all'attività istituzionale.

Il rendiconto economico finanziario dell'Associazione deve essere presentato dal Consiglio Direttivo all'Assemblea, per la sua approvazione, entro il 30 aprile dell'anno successivo e da questa approvato in sede di riunione ordinaria.

Il rendiconto economico finanziario dell'Associazione,regolarmente approvato dall'Assemblea ordinaria, oltre ad essere debitamente trascritto nel “Registro dei verbali delle Assemblee dei soci”, rimane affisso nei locali della Associazione durante i dieci giorni che seguono l'Assemblea.

SCIOGLIMENTO DELL'ASSOCIAZIONE

Lo scioglimento dell'Associazione è deliberato dall'Assemblea straordinaria dei soci che è valida, in prima convocazione, quando sia presente almeno due terzi dei soci e, in seconda convocazione, da tenersi almeno dopo un'ora, qualunque sia il numero dei soci presenti. La decisione di scioglimento è valida solo se approvata da almeno due terzi dei presenti.

In caso di scioglimento, l'Assemblea del consiglio direttivo provvede alla nomina di uno o più liquidatori, anche non soci, determinandone gli eventuali compensi.

Il patrimonio residuo che risulterà dalla liquidazione è devoluto per fini di pubblica utilità conformi ai fini istituzionali dell'Associazione, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la sua esperienza e offrirle servizi in linea con le sue preferenze.
I cookies utilizzati dagli autori del sito hanno l'unico scopo di permettere una migliore fruibilità dello stesso, senza che gli autori possano raccogliere o interpretare i dati amministrati.
I cookies eventualmente utilizzati da moduli realizzati da terze parti appartengono ai relativi fornitori servono per la corretta fruibilità dei contenuti e potrebbero raccogliere dati sull'utenza.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie.